neoneiga banner

neo(N)ews

Espelho magico di Manoel de Oliveira

lcs, 3 Set 2005 @ 12:56

Estremo Occidente
A 96 anni Manoel de Oliveira è l’ultimo regista che avendo iniziato con il cinema muto a tutt’oggi realizza ancora un film all’anno. E ormai può davvero permettersi di fare quello che vuole, come una sorta di monumento nazionale del cinema portoghese, prtetto come un animale in via d’estinzione. E’ davvero impossibile parlare male di un film di de Oliveira, c’è da sentirsi in colpa da dubitare di se stessi. Questo Specchio magico è un film di de Oliveira e tanto basta. Perdonate questa oziosità, il cinema di de Oliveira continua ad essere uno dei più belli del mondo, e lo dico come se il suo fosse il cinema di una intera piccola nazione, tanto è grande il suo universo interiore e intellettuale. Continua a fare film di testa e di cuore, eleganti e profondamente intelligenti. Specchio magico è un film spiritoso e sagace, in fondo molto semplice, rispetto per esempio al precedente O Quinto Imperio. La Madonna era ricca? Accetterebbe un invito per l’ora del te? Queste le domande che si pone una melanconica signora borghese, quasi una parodia delle donne antonioniane (ammesso che esse stesse non fossero già una parodia). Gli specchi riflettono il passato e le coscienze di un mondo di personaggi indolenti ma non cattivi, capaci in fondo anche di amare, a modo loro. E’ lo specchio profondo del cinema di de Oliveira, in cui ci siamo proprio tutti.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>

Top | Home Page

mini logo | | Licenza Creative Commons


Sito ottimizzato per IE5.5+, Netscape 7+, Opera 7+, Mozilla 1.0+, Safari 1.1+ | risoluzione consigliata 1024x768