neoneiga banner

neo(N)ews


FEFF8: LE TRE “STELLE” DELLA SERATA D’APERTURA

Categoria: - lcs, 9 Apr 2006 @ 13:58

LE TRE “STELLE” DELLA SERATA D’APERTURA: l’anteprima europea del coreano RULES OF DATING, la world-premiere del film cinese TROUBLE MAKERS e gran finale con la presenza di MIIKE Takashi e la proiezione del film IMPRINT censurato negli Stati Uniti.

Un triplo goal il Far East lo mette a segno fin dalla serata d’apertura che prevede tre momenti che brillano di luce propria. Si parte con il film coreano RULES OF DATINGdi HAN Jae-rim, regista esordiente che sarà presente a Udine per raccontare la genesi di questo piccolo e gustosissimo pamphlet delle regole del corteggiamento. Incomprensibilmente ignorato dai maggiori Festival, e immediatamente scelto come film d’apertura della manifestazione udinese (che nel contempo se n’è aggiudicata  l’anteprima europea), RULES OF DATING è un’opera ironica e maliziosa, audace e contraddittoria, mai moralista. Una commedia amara. specchio dell’inventiva, della professionalità e qualità del cinema coreano contemporaneo. Il film è una delle grandi scoperte del 2005 ed è stato uno dei maggiori successi in patria, scatenando discussioni e polemiche sul ruolo e sul gioco dei sessi.

Dall’articolata costellazione del cinema coreano, seguendo quella stella cometa che si chiama Cina, si giungerà, in seconda serata, ad apprezzarne i lati meno conosciuti e più sorprendenti. In prima visione assoluta verrà presentata la black comedyTROUBLE MAKERS di CAO Baoping che, per l’audacia della concezione politica (il tema è quello della corruzione) e per l’inedito stile nervoso e concitato della regia, si conferma come uno dei miglior film dell’intera selezione udinese.

Il gran finale del 21 aprile è interamente affidato al regista di culto Miike Takashi che, ospite speciale del Museo del Cinema di Torino per una retrospettiva e un volume a lui dedicati, raggiungerà Udine in tempo per l’inizio della proiezione in HD del suo discussissimo - e invisibile fino ad ora - episodio della trasmissione televisiva americana MASTERS OF HORROR. Autentico maestro del cinema giapponese, autore del cult Audition, Miike in questo episodio intitolato IMPRINT, bandito dalla TV americana Showtime perché troppo violento, supera se stesso. Carico della lezione di Nakagawa e di Oshima, Miike racconta la ricerca di un amore abbandonato e rimpianto. Una ricerca che porta alla luce l’atrocità e il sangue dell’incubo quotidiano delle nostre vite. Senza redenzione finale, il film della lunghezza canonica di 60 minuti, descrive un mondo agonizzante fatto di tortura, sadismo e ferocia.

1 Commento a “FEFF8: LE TRE “STELLE” DELLA SERATA D’APERTURA”

  1. momotaro dice:

    Miike aveva la maglietta Neo(n)eiga che gli avevamo dato a Torino!!!!
    Che caro ragazzo…
    Uno di noi… ora la voglio pure io (non la sua ovviamente).
    Vai Miike, vai ragazzo dello Judo… dove ti porteranno le tue avventure?

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>

Top | Home Page

mini logo Contattaci | Webmaster | Licenza Creative Commons


Sito ottimizzato per IE5.5+, Netscape 7+, Opera 7+, Mozilla 1.0+, Safari 1.1+ | risoluzione consigliata 1024x768